Articoli

La Regione firma un’intesa con l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles

Lunedì 15 maggio, a Bruxelles, è stato sottoscritto tra la Regione Campania e l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles un Protocollo d’intesa per la valorizzazione turistico-culturale della Campania.

“In conclusione di questo pomeriggio all’Istituto Italiano di Cultura abbiamo concluso un accordo per noi molto importante, alla presenza dell’ambasciatrice italiana in Belgio” – ha detto Serena Angioli, assessore ai Fondi europei, alle Politiche Giovanili, alla Cooperazione Europea e Bacino Euro-Mediterraneo, firmataria dell’intesa insieme al direttore dell’Istituto Paolo Grossi.

“Oggi protagonisti sono stati i giovani, che hanno portato qui il volto migliore, quello più sano e creativo, di una Campania che cresce investendo su di loro, sulle competenze, sulle performance artistiche, culturali e di partecipazione attiva – ha sottolineato l’assessore – l’iniziativa di oggi apre le porte a quella che chiuderà il Maggio europeo della Campania, che ci vedrà nuovamente a Bruxelles il 29 e 30 maggio con delle rappresentazioni importanti del patrimonio culturale campano”.

Guarda il video

Benessere Giovani – La Campania ha bisogno dell’energia dei giovani

La Campania è la regione dei giovani ed essi sono protagonisti del suo cambiamento.
Con la misura Benessere Giovani Organizziamoci la Regione Campania sostiene la crescita dei giovani e favorisce i partenariati tra le istituzioni, le imprese e l’associazionismo giovanile.
Grazie alla proroga dei termini al 13 febbraio* e al 15 marzo**, i soggetti pubblici, le associazioni giovanili, gli altri soggetti senza scopo di lucro e le imprese hanno più tempo per presentare i progetti e cogliere le opportunità offerte per lo svolgimento di laboratori rivolti ai giovani attraverso l’utilizzo di spazi pubblici multifunzionali messi stabilmente a disposizione dei giovani.
E’ un’occasione per mettere a sistema le energie dei giovani campani che da sempre caratterizzano la nostra regione. Tante, infatti, sono le aggregazioni giovanili che operano sul territorio regionale offrendo servizi, assistenza, opportunità ad altri coetanei e, in generale, ai cittadini. I video che seguono rappresentano uno spaccato della vivacità e dell’impegno dei giovani campani a favore di crescita sociale, legalità, tutela ambientale, cultura e possono essere prese come testimonianze di buone prassi di una Campania che funziona.

Video testimonianze#1
Video testimonianze#2

Linee Guida tipologia di attività n. 3 – laboratori esperenziali (stage, work esperience) Video 

Per saperne di più sulla misura Benessere Giovani Organizziamoci visita la pagina

*    per i Comuni che hanno già un Centro Polifunzionale completato e collaudato (DD n. 284 del 28/07/2011)
** per tutti gli altri Comuni che hanno spazi pubblici completati alla data della presentazione della candidatura

Parte Benessere Giovani – Organizziamoci

Parte con avviso pubblico “Benessere Giovani – Organizziamoci”, la linea di intervento della Regione Campania che mira a sensibilizzare ed accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa e all’acquisizione di competenze, a favorire la loro crescita personale, la cittadinanza attiva e la conoscenza dei territori e a dare spazio alle loro propensioni artistiche e creative.

L’Avviso, agisce in attuazione della LR 26/2016 sui giovani “Costruire il Futuro”, ed è rivolto a sostenere i partenariati tra soggetti pubblici, associazioni giovanili, altri soggetti senza scopo di lucro e imprese per lo svolgimento di laboratori per i giovani attraverso l’utilizzo di spazi pubblici multifunzionali.

Capofila del partenariato sono i Comuni, in forma singola o associata, che hanno nella propria disponibilità uno spazio pubblico destinato ad attività polivalenti giovanili. Il partenariato deve prevedere la partecipazione di almeno un’associazione giovanile.

“E’ una grande occasione per i giovani – spiega l’assessore regionale alle politiche giovanili Serena Angioli – che attraverso questo strumento possono mettersi in gioco, accrescere la loro autonomia e le loro capacità organizzative, acquisire conoscenze e abilità per avviare attività d’impresa o accrescere le loro opportunità occupazionali e fruire di spazi adeguati in cui esprimere la propria creatività e i propri talenti. Strategico è il rapporto tra giovani e territorio.”

Ogni partenariato dovrà presentare una proposta progettuale che preveda l’attivazione di almeno due tra tre tipologie di laboratori: laboratori relativi a percorsi di accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo; laboratori esperienziali nei quali i giovani acquisiranno esperienze e abilità pratiche presso le imprese; laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere attività di animazione giovanile.

“Benessere Giovani Organizziamoci – prosegue l’assessore – vuol dire anche potenziamento delle reti territoriali e ottimizzazione delle risorse: infatti i progetti devono essere presentati da partenariati tra i comuni, che offrono la disponibilità di centri polifunzionali, le associazioni del territorio, innanzitutto quelle giovanili, che costituiscono un importante patrimonio delle comunità locali, e le imprese, che mettono a disposizione la loro esperienza e know how a favore dei giovani”.

Il finanziamento complessivo della misura è pari a € 10.000.000 a valere sui fondi del POR Campania FSE 2014-2020 Assi I, 2 e 3.

Durata dei progetti 24 mesi e l’importo per progetto minimo € 50.000 e massimo di € 350.000 in relazione al numero di abitanti dei comuni e di giovani potenzialmente fruitori delle attività.

La presentazione delle proposte progettuali dovrà avvenire attraverso l’applicativo informatico http://benesseregiovani.regione.campania.it a partire dalle ore 24.00 del 15/12/2016 ed entro 30 giorni per i progetti da realizzarsi presso i centri polifunzionali già completati e finanziati con la precedente programmazione 2007/2013, e 60 giorni per tutti gli altri casi.

L’Avviso con i relativi allegati è stato emanato con Decreto Dirigenziale n. 527 del 30/11/2016 e pubblicato sul BURC n. 81 del 02/12/2016.

Presentazione a Salerno 12 dicembre

Vai alla pagina