Articoli

La Regione Campania è virtuosa nella spesa del Fondo Sociale Europeo

Anche per il 2020 la Regione Campania è tra le Regioni più virtuose nel raggiungimento degli obiettivi di spesa  N+3 fissati dall’Unione Europea per il Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo 2014-2020.

E’ quanto è emerso nella seduta del Comitato di Sorveglianza tenutasi giovedì 10 dicembre, nella quale sono stati presentati i dati dell’anno 2020.  La seduta si è svolta in modalità remota in seguito alle restrizioni nazionali imposte per il contenimento dei contagi da Covid-19 e ha visto come partecipanti, tra gli altri: l’Autorità di Gestione del POR Campania FSE 2014-2020, il Responsabile della Programmazione Unitaria, il Capo Unità DG Occupazione, Affari Sociali e Inclusione della Commissione Europea, il Dirigente Anpal della Divisione Coordinamento territoriale e autorità capofila FSE, i rappresentanti del Ministero Economia e Finanze – IGRUE, del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Agenzia di Coesione Territoriale, il Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici, il Presidente del Partenariato regionale economico e sociale e i rappresentanti delle parti sociali.

Dai dati emerge che la spesa certificata è pari € 288.747.998,87 con un superamento degli obiettivi N+3 di € 21.729.015,95 e con il 91,57% delle risorse impiegate su programmi attivati.

Secondo Marianna D’Angelo, Dirigente ANPAL – Divisione Coordinamento territoriale e autorità capofila FSE: “La Regione Campania, tra le Regioni che ricevono maggiori risorse del Fondo Sociale Europeo, è una delle più virtuose in quanto ha sempre raggiunto e ampiamente superato gli obiettivi N+3 e ancora oggi ha confermato le buone performance degli anni precedenti”.

Importanti sono anche i numeri che sottolineano la portata degli interventi finanziati con i Fondo Sociale Europeo: 353.847 sono i cittadini destinatari degli interventi; di questi, circa 50mila sono i disoccupati, 259mila i soggetti inattivi e oltre 44mila i lavoratori; dal punto di vista dell’età e del sesso, 205.548 sono i giovani al di sotto dei 25 anni e 189.133 le donne.

Un altro aspetto al centro della discussione del Comitato è stato il contributo del FSE agli interventi che la Regione Campania ha messo in campo per contrastare la crisi economica indotta dalla pandemia da Covid-19: con la riprogrammazione delle risorse – approvata dalla Commissione Europea con Decisione di Esecuzione n. C(2020)6801 del 29/09/20 – sono stati stanziati 159.798.945 euro destinati a interventi nel campo delle politiche sociali, al sostegno dei professionisti e lavoratori autonomi, dei lavoratori stagionali nel settore dei trasporti, oltre alla cassa integrazione in deroga.

Particolari apprezzamenti sono arrivati dalla rappresentante della Commissione Europea sulla qualità della spesa e la capacità e rapidità di intervento da parte della Regione Campania nel fronteggiare gli effetti della crisi sul tessuto economico, produttivo e sociale della regione.

 

20201210_173743

20201210_17371020201210_173937

 

Comitato di Sorveglianza FSE, nel 2017 cresce il trend di spesa

Si è riunito giovedì 24 maggio, presso l’Hotel Royal Continental di Napoli, il Comitato di Sorveglianza del POR Campania FSE 2014-2020, fondamentale momento di confronto per la verifica dell’attuazione del Programma e per discutere dei progressi compiuti.

Attorno al tavolo i rappresentanti della Commissione Europea, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive e del Lavoro (ANPAL), l’Autorità di Gestione del POR Campania FSE, la responsabile della Programmazione Unitaria, una rappresentanza della Giunta della Regione Campania.

In sintesi, è stata presentata, e approvata, la Relazione di Attuazione Annuale (RAA) del 2017 in cui le principali iniziative programmate hanno riguardato le politiche occupazionali, la promozione dei servizi di cura della prima infanzia, il rafforzamento del capitale umano, la semplificazione amministrativa. I lavori sono proseguiti con l’informativa sullo stato di avanzamento del Programma Operativo. Nei primi mesi del 2018 lo stato di attuazione del POR Campania FSE 2014-2020 ha registrato un ulteriore avanzamento rispetto al 2017. Sono state, infatti, programmate nuove risorse per oltre 113 milioni di euro raggiungendo un importo complessivo pari a circa il 72% del totale delle risorse disponibili del Programma. Sono stati pubblicati nuovi dispositivi attuativi per oltre 37 milioni di euro e sono stati ammessi a finanziamento ulteriori progetti per oltre 31 milioni di euro.

“In Campania siamo a buon punto con la certificazione della spesa – ha sottolineato nel suo intervento Maurizio Corradetti della Commissione Europea, – e ci sono buone possibilità di raggiungere il target prefissato al 31 dicembre. Il mio consiglio è di accelerare per non arrivare al traguardo con il fiato corto”.

“Gli indicatori hanno dimostrato che da gennaio ad oggi – ha evidenziato l’assessore ai Fondi europei della Regione Campania Serena Angioli – il trend di spesa è cresciuto in modo significativo. Vorrei, però, sottolineare un altro aspetto importante che sta maturando tra fondi europei. In alcuni ambiti come la ricerca, l’occupazione e la formazione, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) ed il Fondo Sociale Europeo (FSE) iniziano a camminare in modo integrato”.

foto Massimo Pica

foto Massimo Pica

foto Massimo Pica

foto Massimo Pica

foto Massimo Pica

Por Campania FSE 2014-2020 – Riunione del Comitato di Sorveglianza

Giovedì 8 giugno si è riunito presso l’Hotel Royal Continental di Napoli, il Comitato di Sorveglianza del POR Campania FSE 2014-2020. L’appuntamento periodico rappresenta un fondamentale punto di confronto per la verifica dell’attuazione del Programma e per discutere dei progressi compiuti.

Hanno preso parte ai lavori i rappresentanti della Commissione Europea, dell’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, del Ministero dell’Economia – IGRUE e dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, l’Assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità, il Responsabile della Programmazione Unitaria, l’Autorità di Gestione del POR Campania FSE, il Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici ed i rappresentanti del Partenariato regionale economico, sociale e istituzionale.

“La Campania ha iniziato bene – ha sottolineato Maurizio Corradetti della Commissione Europea – e da quanto presentato oggi sta lanciando molte attività in tutti gli Assi. Siamo a buon punto anche se bisognerà implementarle. La Commissione, in questo momento, è soddisfatta. Poi spetterà alla Regione Campania accelerare il passo”.

Tra i punti all’ordine del giorno: la riprogrammazione del POR Campania FSE 2014-2020; la Relazione di Attuazione Annuale 2016; l’informativa sullo stato di avanzamento del Programma e delle principali iniziative avviate nel 2017; l’informativa sulla chiusura del POR Campania FSE 2007-2013, l’informativa sull’attuazione della Garanzia Giovani in Campania e un aggiornamento sulle attività di comunicazione, sulle attività valutative, sui controlli di secondo livello e sull’attuazione del Piano di Rafforzamento Amministrativo.

fse_comitato_5

fse_comitato_12

fse_comitato_11

fse_comitato_10

fse_comitato_19

Continua a leggere